x

x

Skip to main content
Collection

LGBTQ+: i 10 film assolutamente da non perdere

By Giugno 21, 2022No Comments

È il mese del Pride, quale miglior modo per celebrarlo se non con una bella maratona arcobaleno? 🏳️‍🌈

Negli ultimi anni il panorama di Hollywood si è notevolmente evoluto, mostrando sempre più film e storie LGBTQ+ che hanno dominato le stagioni dei premi e trovato successi commerciali in posti improbabili.

Nonostante però il crescente bisogno di una maggiore rappresentazione nei film queer, vi proponiamo, in onore della Pride Month, alcuni tra i migliori film LGBTQ+, fatti di storie complicate, sensuali, alla ricerca dell’anima e rivoluzionarie come l’esperienza queer stessa.

Buona visione!

Top 10 film LGBTQ+ 

Top 10 film LGBTQ+ 

Top 10 film LGBTQ+ 

Top 10 film LGBTQ+ 

Top 10 film LGBTQ+ 

Top 10 film LGBTQ+ 

C'è un motivo per cui “representation matters” (letteralmente "la rappresentazione conta") è stato a lungo un grido di battaglia per la comunità LGBTQ: dai libri ai film alla televisione, le storie che consumiamo hanno il potere di plasmare il modo in cui vediamo le altre persone e noi stessi. Quindi, quando arriva un film che riesce a ricalcare davvero l'esperienza queer, beh, è chiaro comprendere come questo entri subito tra i preferiti della comunità arcobaleno (ma non solo).

Ecco la classifica di 10 tra i film LGBTQ+ più amati di tutti i tempi, da quelli discreti e silenziosi a quelli politici e rivoluzionari.

2011

1. Pariah

Uno dei film di coming out più potenti di tutti i tempi, Pariah racconta di un’adolescente di Brooklyn (interpretata da Adepero Oduye) che tiene segreta la sua sessualità ai suoi genitori. Ma quando diventa amica della figlia di una delle colleghe di sua madre (Aasha Davis), si crea una storia d’amore.

LGBTQ+: i 10 film assolutamente da non perdere
2016

2. Moonlight

Vincitore del premio oscar per il miglior film, il film di Barry Jenkins si tuffa nella vita di Chiron, un giovane nero cresciuto a Miami, alle prese con la sua identità sessuale nel mezzo del suo travagliato rapporto con la madre dipendente dal crack. Vediamo tre fasi critiche della sua vita svolgersi: i suoi trionfi, le sue difficoltà e le persone che lo hanno aiutato a plasmarlo.

LGBTQ+: i 10 film assolutamente da non perdere
2017

3. Chiamami col tuo nome

Il più grande e dolorosamente bel film d’amore gay maschile. Timothée Chalamet interpreta il precoce Elio, un adolescente che vive in Italia che si infatua di uno studente americano più grande, Oliver (Armie Hammer), che soggiorna dalla sua famiglia per l’estate. Quella che inizia come una conflittuale amicizia si trasforma in una vera e propria storia d’amore mentre i due giovani trascorrono le loro oziose giornate estive nelle romantiche località del nord Italia, preparandosi a un inevitabile separazione e cuore spezzato.

LGBTQ+: i 10 film assolutamente da non perdere
2014

4. The Normal Heart

The Normal Heart è un adattamento dell’opera teatrale del 1981 scritta da Larry Kramer. Il film segue le vicende di uno scrittore gay scadente, Ned Weeks, interpretato da Mark Ruffalo, che sta cercando di aumentare la consapevolezza sull’HIV nella comunità gay agli albori della sua comparsa. Trova resistenza sia all’interno che all’esterno della comunità omosessuale mentre il numero di vittime aumenta.

È un film crudo, e sicuramente vale la pena vederlo se non solo per il suo valore educativo. Inoltre, ha molti attori gay famosi nel cast: Jonathan Groff (Glee), Matt Bomer (White Collar), Jim Parsons (Big Bang Theory) e altri.

The-Normal-Heart
2014

5. Pride

Un gruppo di attivisti LGBT londinesi forma una coalizione con minatori gallesi della National Union of Mineworkers nel 1984, in sciopero contro il governo di Margaret Thatcher.
La sceneggiatura di Stephen Beresford, candidata al Golden Globe, sottolinea la necessità, più urgente che mai, che i gruppi oppressi uniscano le forze. È un film commovente, in cui l’intersezione di lavoratori emarginati (i minatori) entra in contatto con la comunità queer emarginata.

Pride
1999

6. Tutto su mia madre

I melodrammi comici di Pedro Almodóvar sono pieni fino all’orlo di personaggi deliziosamente assurdi e il suo Tutto Su Mia Madre, vincitore di un premio Oscar, offre alcuni dei migliori. Dopo la morte di suo figlio, Manuela va in cerca del padre, che ora si chiama Lola. Lungo il viaggio incontra una giovane suora (interpretata da Penelope Cruz) in dolce attesa del bambino di Lola.

All-About-My-Mother
2005

7. I segreti di Brokeback Mountain

I segreti di Brokeback Mountain, il primo film queer mainstream del nuovo millennio, ha introdotto e reso i suoi temi una tendenza di massa. Il timido Ennis del Mar di Heath Ledger cade in quello che non riesce ad esprimere come amore per Jack Twist di Jake Gyllenhaal durante un lungo e solitario inverno, e le loro vite rimbalzano l’una sull’altra per anni dopo. Ang Lee e lo sceneggiatore Larry McMurtry espandono il racconto di Annie Proulx in un film che non sbaglia un colpo.

Brokeback-Mountain
1993

8. Philadelphia

Tom Hanks ha vinto il suo primo Oscar per la sua interpretazione di Andrew Beckett, un avvocato di successo che viene licenziato dal suo studio una volta che i partner senior scoprono che ha l’AIDS. Il dramma bruciante di Jonathan Demme è stato il primo film mainstream ad affrontare la crisi dell’AIDS e ha dato un volto e una voce familiari a una comunità emarginata spesso ignorata dai vicini e lasciata a soffrire a causa di una società intollerante.

Philadelphia
1987

9. Maurice

“Non lo sai che sarei vissuto mezzo sveglio se tu avessi avuto la decenza di lasciarmi in pace?” Tutta la lussureggiante produzione di Merchant Ivory, con uomini omosessuali al centro. Anche se questo non fosse un film bellissimo e toccante, i capelli di Hugh Grant da soli gli farebbero guadagnare un posto in questa lista.

Maurice
1991

10. Belli e Dannati

Belli e Dannati (titolo originale “My Own Private Idaho”) è uno dei film più concettuali di Gus Van Sant, nonché adattamento shakespeariano di Henry VII. Ha una struttura narrativa non convenzionale, così come il personaggio centrale che soffre di narcolessia, che conferisce ulteriore surrealismo all’architettura sconnessa del film. River Phoenix (fratello defunto del celebre Joaquin Phoenix) interpreta un giovane imbroglione narcolettico, e Keanu Reeves il suo migliore amico e nonché interesse amoroso non corrisposto.

My-Own-Private-Idaho

Lascia un commento