Modelli del 2001, parlo a voi. Non siete vecchi, non siete da buttare!

I “belli, ma davvero belli” del primo Zoolander (2001) tornano in scena in un’esilarante parodia del mondo della moda. Sono passati 15 anni, il Centro “Derek Zoolander per i Bambini Che Non Sanno Leggere Bene e Che Vogliono Imparare A Fare Anche Tante Altre Cose Buone” è crollato su se stesso a pochi giorni dall’inaugurazione. Il suo ideatore ha perso la moglie, e poco dopo, a causa dei servizi sociali, anche il figlio. Hansel è stato “fortemente” sfigurato in viso (ndr. ha riportato un graffietto). Entrambi i due super top model hanno perso fama, gloria ma soprattutto la faccia, ritirandosi così ai margini della vita sociale e di costume.

2016: Hansel e Derek Zoolander si ritrovano per caso (ma non troppo) nella città eterna, acclamati per un grande evento che potrebbe, in cuor loro, risollevare le loro carriere. Permettendo ad entrambi di riconquistare quanto perso: un figlio, una pseudo-famiglia.

Il cattivo della situazione, Mugatu, riesce grazie ad una fortunata combinazione-di-sfortunati-eventi-altrui a fuggire di prigione con l’obiettivo di dominare il mondo.

Zoolander 2 è il match perfetto tra mondo della moda e la sua più alta esaltazione, tuttavia il trattamento e la resa stilistica rendono il film talvolta noioso, spesso ansioso, sempre banale.

Una finta crime-story fa da sfondo alla caratterizzazione dei personaggi, ma ehi Ben… la gente non vuole vedere un Codice Da Vinci 2! Ed è questo probabilmente l’errore più significativo: trasformare un film comico in un drama mantenendo tutti gli aspetti di comicità.

I personaggi e gli stereotipi raccontati non hanno l’effetto desiderato, bensì rendono banale, quasi grottesca l’intero film, sono rari e centellinati i momenti di vero e puro divertimento.

Da sottolineare inoltre è l’ideazione di una sorta di cenacolo di stampo massonico all’interno dei quali figurano Valentino, Vera Wang, Mark Jacobs, Tommy Hilfiger: tutti incapucciati richiamando quel Eyes Wide Shut de lgenio Kubrick.
Il sequel di Zoolander resta a mio avviso un’incompiuta. Un vorrei essere ma non posso.

Ben ci hai provato, è andata bene una volta, male una seconda… adesso basta però!

Info
Anno 2016
Durata 102 min
Regia Ben Stiller

Cast
Ben Stiller: Derek Zoolander
Owen Wilson: Hansel McDonald
Penélope Cruz: Valentina Valencia
Will Ferrell: Jacobean Mugatu
Kristen Wiig: Alexanya Atoz

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!