News

Spider-Man: Far From Home e le scene post-credit

By Luglio 17, 2019 No Comments
Le scene post-credit di Spiderman: Far from Home?
Decisamente le più sorprendendti dell'intero universo
Marvel Cinematic Universe!

Siete degli impazienti che sono scappati dalla sala prima che terminassero i titoli di coda? Oppure siete solamente dei curiosi appassionati che vogliono dare un’interpretazione alle sorprendendti scene post-credit? Chiunque tu sia, beh, non ti resta che continuare a leggere.

mary jane spider-man
Scena post-credit 1

L’inganno di Mysterio

La prima scena post credit riprende il finale del film, Peter ed MJ che oscillano tra i palazzi della favolosa Manhattan.
Dopo essere atterrati per salutarsi, l’attenzione di Peter viene catturata da un maxi schermo che trasmette l’edizione straordinaria del telegiornale nel quale il presentatore annuncia l’esistenza di un video che Mysterio avrebbe registrato prima della sua morte.

Nel video clip Back parla di quanto lui sia esasperato per la sua lotta contro gli Elementali e di quanto Spider-Man lo stia attaccando con della tecnologia Stark.
Poco dopo vediamo Mysterio a terra e Spidey in piedi, udendo apparentemente la voce di E.D.I.T.H. che chiede a Peter Parker se procedere con l’attacco, e che questo causerà diverse vittime casuali. Peter Parker conferma l’ordine di “sterminarli tutti”.

Tornando al presentatore del giornale, questo ci comunica di aver ricevuto il video da un controverso sito chiamato the Daily Bugle.net. Qui vediamo l’arrivo di J.K. Simmons nei panni dell’iconico J.J. Jameson riprendendo il suo ruolo dopo la trilogia di Sam Raimi. Egli afferma che questa è la prova che Mysterio, l’eroe che ha salvato il mondo è stato brutalmente ucciso da Spider-man, mostrando poi il secondo video nel quale rivela la vera identità di Spider-Man, ossia Peter Parker. Rivelazione dopo la quale segue una foto del ragazzo e la sua esclamazione “MA CHE CA…” tagliando la frase e facendo riferimento al finale di Home Coming (quando zia May scopre del segreto del nipote).
Naturalmente il video è stato manipolato in tutte le sue forme da William Riva, uno dei collaboratori di Stain nel primo Iron Man, rendendo il tutto frutto di un’illusione.

Se da un lato la versione giornalistica circa la colpevolezza di Spider-Man possa essere facilmente gestibile dallo S.H.I.E.L.D in quanto la notizia proviene da una fonte “controversa” quale il Daily Bugle, rimane aperta la faccenda con la vera identità di Peter Parker.
Ricordiamo che a differenza di molti eroi (vedi Iron Man ad esempio) la segretezza dell’identità è sempre stato un punto fondamentale per il ragazzo, per proteggere le persone alle quali vuole bene.

j.j. jameson

Il suo piano non era tanto quello di vendicarsi di Tony Stark (o meglio questa ne sarebbe stata la conseguenza), Mysterio avrebbe voluto rappresentare un simbolo per l’umanità, di protezione e fiducia.

Scena post-credit 2

Il ritorno degli Skrull

In questa scena vediamo Nick Fury e Maria Hill similmente come visto nella scena finale di Infinity war, se non fosse che poco dopo scopriamo che Fury ed Hill sono in verità Thalos e sua moglie Soren, già visti in Capitan MarvelI due parlano degli inganni di Mysterio, e di come questo abbia succitato dell’imbarazzo soprattutto per un mutaforma come Thalos.

skrull

Questi chiama il vero Fury, raccontandogli dell’accaduto, augurandosi che la missione di Nick stia andando bene. Inoltre conferma l’avvenuta consegna degli occhiali di Tony Stark a Peter. Oramai però gli Skrull non sanno più cosa rispondere sull’assenza dalla scena degli Avengers (che non se li sia portati via Nick Fury per prepararsi a qualcosa di grande?). Nick attacca il telefono a Thalos, mentre appartenente sdraiato su una spiaggia. Poco dopo scopriamo che la spiaggia è finta e che egli si trova nello spazio all’interno di un’astronave piena di Skrull urlando che è il momento di tornare al lavoro.
Ma cosa significa questa scena? Il tutto fa pensare ad un riferimento dello S.W.O.R.D., divisione spaziale dello S.H.I.E.L.D volta a proteggere minacce cosmiche della portata di Thanos. Quest’organizzazione venne introdotta negli anni 2000 con i fumetti degli X-Man e già da tempo si parlò della loro introduzione in The Agent of S.H.I.E.L.D, o addirittura i una scena del primo Thor.
Tuttavia nulla di tutto ciò è stato possibile, a causa dei diritti detenuti dalla Fox, ma dal momento che quest’ultima è stata acquisita dalla Disney, potrà finalmente entrare nel fantastico mondo del Marvel Cinematic Universe.

Fury quindi si trova in quella che potrebbe essere una stazione aerospaziale della S.W.O.R.D., chiamata “Il Picco” (“The Peak”). A bordo di essa vediamo molti Skrull i quali chiaramente collaborano Nick Fury per la sua missione. Questa potrebbe essere collegata con le cellule dormienti Creed delle quali Thalos e Soren parlano durante il film.

Nick Fury skrull

Ma in tutto ciò Maria Hill dove si trova? Da un’altra parte sulla nave?
E Nick Fury invece? Da quanto tempo è uno Skrull? Beh basandoci sui dialoghi di Thalos, riguardanti gli occhiali di Peter capiamo che questo scambio di identità è avvenuto negli 8 mesi che sono passati dal funerale di Tony Stark e l’inizio di Far from Home.
Capiamo quindi che gli Skrull esistono sulla Terra, e possono assumere le sembianze di tutti coloro che abbiamo già incontrato. Questo potrebbe aprire così le porte alla saga di Secret Invasion.

Probabilmente potremo scoprire di più tra qualche giorno. Dopo gli annunci durante il Comic Con di San Diego, nel quale Marvel rivelerà i suoi futuri piani.

Stay tuned.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!