Redivivo, letteralmente tornato-in-vita.

Revenant, il film di Alejandro González Iñárritu, racconta una storia fatta di sopravvivenza, ritorni e rinascite, una storia incentrata nel “combattere fino alla fine” senza mai lasciarsi vincere, una storia realmente accaduta.

Siamo nel Nord America di fine Ottocento: terre fredde, acque gelide, bianche montagne e aspidi sentieri sono il contorno (o forse vero protagonista) alle azioni descritte dalla camera dei cacciatori di pelli, uomini alla continua ricerca di fortuna, oltre ogni limite, senza farsi alcun scrupolo. Di fronte ad essi la natura imperversa. Con lei non puoi commettere errori, se sbagli muori.

I popoli nativi, gli indiani di quelle terre, sono stati usurpati dei loro beni, delle loro case, delle loro donne dall’uomo venuto da occidente, con il fuoco, l’industria, col cinismo di un’anima colma e vogliosa di potere.

Tutto questo è il background ideale per una storia di vendetta e sopravvivenza, di amore per la vita e attaccamento verso la famiglia, verso il proprio figlio. L’amor che move il sole e l’altre stelle è quella forza interiore che consente all’esploratore Hugh Glass di superare tutte le avversità che la natura gli muove contro. Una natura che l’esploratore ha sempre sfidato (cacciando gli animali per arricchirsi sulle loro pelli) ora diventa un nemico da affrontare, impersonata prima da un grizzly, da fiumi gelidi, da temperature al limite del sopportabile e infine da un uomo, un uomo che vede nel denaro una ragione di vita: Fitzgerald non si fa scrupoli nel cercare di eliminare chiunque si ponga sulla strada tra lui e la ricchezza. Proprio tale sua cinica passione lo renderà uno splendido villain, sicuro e perfetto nella spietatezza.

Il film nel suo complesso è un magnifico decanto alla natura, alla natura ambigua e sfaccettata dell’uomo, e alla natura spettacolare delle terre selvagge. Le stesse 12 candidature agli Oscar da parte dell’Academy rappresentano per Revenant un piccolo tassello per entrare nella storia del cinema.

Che dire la performance del grizzly va sicuramente premiata con una statuetta!

Ci dispiace Leo… ma forse dovrai ancora aspettare, e noi con te in attesa del tuo prossimo capolavoro.

Info
Anno 2015
Durata 156 min
Regia Alejandro González Iñárritu

Cast
Leonardo DiCaprio: Hugh Glass
Tom Hardy: John Fitzgerald
Will Poulter: Jim Bridger
Domhnall Gleeson: Andrew Henry

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!